AFFINITA' SILENTI. GIORGIO DE CHIRICO E CIRO PALUMBO



Le sale di Palazzo Chicherio – spazio espositivo della Società Bancaria Ticinese di Bellinzona – ospiteranno nel febbraio 2014 l’evento espositivo “Affinità silenti. Giorgio de Chirico e Ciro Palumbo”, organizzato dalla Sangiorgio International e curato da Paolo Levi. La mostra vedrà esposte per la prima volta insieme le opere del pictor optimus Giorgio de Chirico, padre e fondatore della Metafisica, e quelle dell’artista torinese Ciro Palumbo. La scelta del titolo di questo inedito e significativo gemellaggio artistico e culturale, mette da subito in evidenza la volontà del curatore Paolo Levi di porre l’attenzione non sul concetto di “discepolato”, che pur non nasconde alcuna accezione semantica negativa, quanto su quello di un’affinità e di una vicinanza artistica indubbiamente profonda. De Chirico e Palumbo sono senza dubbio collegati da un fil rouge che oltre a unire le loro poetiche, lega anche e soprattutto due contesti socio-culturali, e dunque artistici, assai diversi. È una mostra che non ha la volontà di “mettere a confronto” in un gioco di ricerca di somiglianze e differenze, ma che vuole documentare le convergenze, le affinità appunto, intellettuali tra i due artisti.
 
 
PROTAGONISTI DELL'ARTE 2014 - PITTURA E GRAFICA PROTAGONISTI DELL'ARTE 2014 - SCULTURA AFFINITA' SILENTI. GIORGIO DE CHIRICO E CIRO PALUMBO BIENNALE DELLA CREATIVITA' IN ITALIA A VERONA
 
info@paololevi.com - stefaniabison@hotmail.com - nicolaudi43@yahoo.it

Copyright - Paolo Levi 2013